cellulite3
cellulite2
cellulite

Cos’è la Cellulite?

Con il termine di cellulite, ormai divenuto di uso comune si definisce un’alterazione degenerativa del tessuto dermico e ipodermico (panniculopatia edematofibrosclerotica). E’ il risultato di uno squilibrio nel nutrimento del tessuto connettivo nello spazio compreso tra cute e muscoli, dove ci sono anche cellule adipose. Quando a questo livello si instaura un rallentamento circolatorio, i ‘prodotti di scarto’ non vengono smaltiti dal sistema circolatorio venoso e linfatico. Quindi meno ossigeno e sostanze nutritive giungono ai tessuti a causa del ridotto flusso arterioso.

Come si presenta

La cellulite può essere dura, molle, o edematosa. I trattamenti per combatterla devono tenere conto di queste tipologie.
Illudersi che la cellulite scompaia da sola o che possa essere debellata con diete drastiche e tanta attività fisica è una chimera di cui non fidarsi: la cellulite non è un semplice inestetismo, ma una vera ‘malattia’ del connettivo dovuta ad un malfunzionamento del microcircolo: sbarazzarsene significa guadagnarci anche in salute.
La battaglia va combattuta su più fronti e con molto impegno.
Tra le strategie terapeutiche più efficaci in medicina estetica, ricordiamo:
– LA MESOTERAPIA (piccole punturine con un farmaco che scioglie i grassi). Una versione aggiornata e \”indolore\” della mesoterapia è la microterapia: si effettua con un piccolo dispositivo a ventosa chiamatoSIT (Skin Injection Therapy) munito nella cavità di un piccolissimo ago, lungo appena 2 mm. che, per le sue modeste dimensioni, non arriva a stimolare le terminazioni nervose e quindi non causa dolore.
– Il nuovo trattamento con la FOSFATIDILCOLINA utile per le masse adipose più pronunciate
– Per la cellulite edematosa e fibrosa ricordiamo la RADIOFREQUENZA che ha anche grande capacità di rassodamento

Spesso la cellulite è presente in pazienti che presentano varici e capillari degli arti inferiori; è molto importante ai fini del successo della terapia tener conto che per avere un buon risultato è fondamentale anche correggere in primis la malattia varicosa e le sue manifestazioni antiestetiche.

Quali sono le zone più colpite?

La cellulite si forma facilmente negli arti inferiori, soprattutto su cosce ed è diversa all’interno, all’esterno e nella parte posteriore. Può essere coinvolto inoltre il polpaccio, il ginocchio, anche al suo interno, e la caviglia.

La cellulite dei fianchi e dei glutei si presenta in particolare in chi è in soprappeso, può essere molle o compatta. Le natiche diventano spesso flaccide con ipotonia muscolare e rilassatezza diffusa.

La cellulite delle braccia è flaccida nella parte interna, mentre nella parte esterna appare compatta, con aspetto edematoso.