rughe3
rughe2
rughe

Rughe di espressione

Le zone della cute che sono continuamente sottoposte all’azione dei muscoli sottostanti, ed in particolare il viso, nel corso degli anni possono sviluppare dei solchi o rughe.
Sono più evidenti nei soggetti che fanno largo uso della mimica facciale, sono più marcate in alcune sedi o dal lato più usato per l’espressione. Già in giovane età sono ben visibili e diventano progressivamente più profonde e infine permanenti.
Qualche esempio:

  • Rughe orizzontali della fronte
  • Rughe glabellari verticali e orizzontali (alla radice del naso)
  • Rughe perioculari (zampe di gallina)

Rughe attiniche

Oltre che per il continuo utilizzo della muscolatura facciale (muscoli mimici) le rughe possono essere causate da un insieme di fattori quali: esposizione al sole e lampade abbronzanti (UVA), dimagramenti repentini, inquinamento.
Le rughe da danno solare si manifestano solitamente nelle zone foto esposte con una più o meno marcata accentuazione della tramatura cutanea che determina un quadro di sottili rughe diffuse, con cute con aspetto “corrugato”, “a pergamena”, o, in stadio avanzato, ” a tessuto sgualcito” a causa dell’estrema perdita di elasticità della pelle.
Il danno accumulato negli anni è a carico delle fibre elastiche e delle fibre collagene.

Rughe gravitazionali

  • Compaiono quando le fibre elastiche e i fasci di collagene alterati del derma non sono più in grado di controbilanciare la forza di gravità. Diventano sempre più evidenti con la progressiva ipotrofia delle strutture di sostegno (cronoinvecchiamento)
  • Comprendono: i solchi naso-labiali (dal naso alla bocca)
  • le rughe labio-geniene (rughe a marionetta agli angoli della bocca)
  •  blefarocalasi (abbassamento del sopracciglio)